La Fondazione Laura Mastroeni

Home > La Fondazione

La Fondazione, che non ha scopo di lucro, si propone l'esclusivo perseguimento di finalità  di solidarietà  sociale nell'ambito territoriale dell'Unione Europea, promuovendo iniziative nel settore artistico e culturale anche avvalendosi dell'apporto di enti di ricerca, università , enti pubblici e privati nei settori teatrale, cinematografico, narrativo, poesia e scrittura in genere, arte pittorica. 

 

A tal fine la Fondazione, a titolo esemplificativo e non esaustivo: 

  • promuove la raccolta diretta e indiretta di fondi da erogare a favore di progetti ed iniziative 
  • promuove ed attua forme di collaborazione ed integrazione con progetti di altre organizzazioni non lucrative che operano per la crescita civile, culturale e sociale della comunità europea 
  • promuove e sostiene iniziative volte a creare stabili fondi di dotazione destinati agli stessi suoi fini, relativamente a specifiche aree territoriali delle città  metropolitane 
  • promuove una maggiore consapevolezza circa i bisogni e le potenzialità  del territorio, anche attraverso studi, ricerche, convegni, seminari, pubblicazioni e periodici 

 

 Assiste coloro che intendono donare operando per rimuovere gli ostacoli culturali, amministrativi, legali e fiscali alla diffusione di una cultura della donazione. 

 

 Partecipa ai bandi regionali, nazionali e della UE di particolare interesse culturale.

 

BREVE BIOGRAFIA DELLA SIGNORA LAURA MASTROENI

La signora Laura Mastroeni nasce a Roccalumera (ME) IL 28.03.1929 da Oreste Mastroeni, medico condotto a Roccalumera e Mandanici e da Carmela Ricciardi.

Pur appartenente, per censo, alla borghesia conservatrice dell'epoca sin da giovane Laura mostrò una particolare attenzione verso i deboli e gli umili.

Concluso il periodo di studi superiori andò in sposa al dr. Gaetano Di Simone, funzionario di Banca, prima a Roma successivamente a Messina.

Non ebbe figli, rimase vedova nel 2009.

Numerose sono le opere di solidarietà  sociale messe in atto da Laura Mastroeni: dall'acquisto di una autovettura e di un'ambulanza in favore del Comitato della Croce Rossa di Roccalumera, al sostegno ai bisognosi attraverso numerose elargizioni il cui unico vincolo era l'anonimato, alle numerose opere in favore del Comune di Roccalumera, soprattutto nell'abbellimento di opere pubbliche quali il centro sociale, la piazza Maria SS. della Catena.

Con il declinare della condizioni fisiche che, dopo la morte del marito, la costrinsero a letto per diversi anni, le sue azioni a beneficio del prossimo si intensificarono con donazioni, anche di discreto valore economico, in favore di Istituti di Ricerca, Associazioni di sostegno e di lotta alla droga, alle malattie rare, di accoglienza dei migranti di qualunque nazionalità  e colore.

Con il testamento dispose la istituzione della Fondazione che reca il suo nome che si propone l'esclusivo perseguimento di finalità sociali nell'ambito territoriale dell'Unione Europea, promuovendo iniziative nel settore artistico e culturale anche avvalendosi dell'apporto di enti di ricerca, università , enti pubblici e privati operanti nei settori teatrale, cinematografico, narrativo, poesia e scrittura in genere, arte pittorica.

Laura Mastroeni è morta a Roccalumera il 04.02.2018